Contatti

samaki@samakilodge.com

 

Tel. Italia                        

+39.0974.986133

 

Tel. Zanzibar

+255.772633063

Escusioni

Safari Blu
Tour Stone Town
Tour delle Spezie
Diving & Snorkeling in Mnemba
Visita a Prison Island
Dolphin Safari
Jozani Forest

Safari

Ruaha National Park

Riserva del Selous

Nuova Spa Samaki

Ruaha National Park

 

Safari blu

Il parco nazionale di Ruaha (in inglese Ruaha National Park), istituito nel 1964, è il secondo parco naturale più grande della Tanzania. Copre una superficie di circa 10.000 km², situata nell'interno della Tanzania, vicino alla città di Iringa. Le difficoltà di accesso, soprattutto in passato, hanno fatto sì che l'area sia rimasta praticamente incontaminata per varie specie di animali . Il parco trae il proprio nome dal fiume Great Ruaha, che costituisce il confine orientale del parco, ed è famoso per le sue gole spettacolari. Il parco ospita tutti i rappresentanti della fauna selvaggia africana: elefanti, bufali, zebre, gnu, antilopi, giraffe, facoceri, scimmie e, naturalmente, leoni, leopardi, ghepardi, licaoni e iene. Presso il fiume sono facilmente avvistabili numerosi esemplari di coccodrilli e ippopotami. Il parco ospita oltre 370 specie diverse di volatili, alcuni dei quali non sono presenti in altre zone della Tanzania.

Safari Primo giorno: Partenza dall'Aereoporto di Zanzibar alle ore 08.00 per il Ruaha. All'arrivo trasferimento in fuoristrada all'accampamento tendato Mdonya Ol River. Pranzo. Nel pomeriggio Safari. Rintro al campo, cena e pernottamento. Secondo giorno: Colazione di buon'ora ed intera giornata di Safari fotografico, Pic-Nic Lunch e riantro al campo. Cena e pernottamento. Terzo giorno: Colazione di buon'ora e trasferimento all'Airstrip e pertenza per Zanzibar con rientro al Samaki Lodge .

Riserva del Selous

 

Selous

Patrimoni dell'umanità in Tanzania

 La riserva del Selous (Selous Game Reserve) è uno dei più grandi parchi faunistici del mondo, situato in Tanzania, in Africa orientale. Frederick Courteney Selous (1851 - 1917) La riserva prende il nome da Frederick Courteney Selous, capitano dei Regi Fucilieri Britannici, che vi trovò la morte nel 1917 durante un combattimento contro l'esercito coloniale tedesco. L'area divenne riserva di caccia nel 1905. Oggi è una meta turistica di media importanza, ed è ancora in gran parte poco o per nulla battuta da esseri umani. La forte presenza di mosche tse-tse scoraggia infatti gli insediamenti in tutta la zona. La superficie complessiva del parco è di 54600 chilometri quadrati. Alcuni degli animali tipici della savana (per esempio elefanti, ippopotami, licaoni e coccodrilli) si trovano nel Selous in concentrazioni superiori a quelle di qualsiasi altro parco africano. SelousLuoghi di particolare interesse all'interno della riserva sono il fiume Rufiji (che sbocca nell'Oceano Indiano di fronte all'isola di Mafia) e la gola di Stiegler, un canyon di circa cento metri di profondità e altrettanti di larghezza, attraversato da una teleferica. Attorno alla gola si trovano la maggior parte delle strutture ricettive della riserva (campeggi e lodge). Nella riserva del Selous è consentito il safari a piedi, vietato nella maggior parte degli altri parchi nazionali africani.

Safari Primo giorno:  Partenza dall'aereoporto di Zanzibar alle ore 08.00 per il Selus. Trasferimento al campo. Safari mattutino e pranzo. Nel pomeriggio ancora Safari e navigazione sul Fiume. Rientro al campo,cena e pernottamento al Lake Manze Camp.  Secondo giorno:  Prima colazione di buon'ora , trasferimento all'Airstrip e partenza per Zanzibar.